DOSSIER SULLE SCIE CHIMICHE - 9

   34 - I media, la censura e la pubblicità

Recentemente la RAI si è adoperata per censurare un canale di video su internet dedicato al fenomeno delle scie chimiche; perché lo farebbero se non c’è niente da nascondere? Per chi ha occhi per vedere la censura è la prova lampante che le scie chimiche sono una questione scottante della quale non si deve parlare.

Il canale del del comitato italiano tanker enemy contro le scie chimiche, è stato CENSURATO con una manovra congiunta RAI-Youtube accampando scuse ridicole, in seguito al fatto che il noto cantante Piero Pelù aveva richiesto alla trasmissione “che tempo che fa” che venisse infranto il muro di silenzio e di omertà sull’operazione scie chimiche. Questa sporca manovra di censura è la prova dell’esistenza di un infame programma di avvelenamento, nonché di una cospirazione ben orchestrata per mantenere il silenzio. Centinaia di filmati e di spezzoni di trasmissioni della RAI girano su Youtube e ci si preoccupa solo di evitare che si vedano quelli in cui si parla di scie chimiche: nessuno farebbe simili cose se non dovesse occultare qualcosa di molto scottante.

A parte il caso di Voyager (trasmissione di RAI2), e di Rebus (trasmissione di Odeon TV) quasi nessuno a livello di mass media parla di scie chimiche, anche se poi le mostra e trasmette in continuazione. Sto parlando della pubblicità, dei film, dei cartoni animati e dei videogiochi che improvvisamente mostrano scie nel cielo in gran quantità, e così potete trovare cieli con scie nella pubblicità di uno stracchino o di un pesto alla genovese, nella pubblicità delle compagnie aeree, in film come Iron man, in cartoni animati come La gang del bosco, in libri per bambini, nello sfondo dei videogiochi, nelle locandine dei film. per non parlare delle immagini sullo sfondo del TG1 che sono un vero e proprio "inno alle scie intorno al mondo". Tutto questo succede solo ed esclusivamente in questi anni: vi sfido a trovare simili scenari nei film e nelle pubblicità di 10 o 20 anni fa, eppure gli aerei volavano lo stesso.

Se prendete i vostri vecchi album di fotografie non trovate cieli con scie, a riprova del fatto che immortalare per caso un’autentica scia di condensa sia una cosa rarissima. Come mai i fotografi pubblicitari adesso le inquadrano sempre? È questa l’ennesima riprova di un piano cospirativo per manipolare l’opinione pubblica inserendo scie chimiche ovunque per dare una falsa impressione di normalità. Per altro di recente sono riusciti persino a manipolare vecchi ripubblicati in versione digitale, aggiungendo nei cieli scie chimiche assenti nella versione originale distribuita su videocassetta, come è successo col film Bianco rosso e verdone; come si potrebbe giustificare una simile operazione se le scie che vediamo nel cielo fossero davvero dovute solamente a “condensa di vapore acqueo”?

N.B: notate come si mettano d'impegno le compagnie aeroportuali ed il nostro ministero della difesa ...



E se queste immagini non vi sono bastate potete guardare qui: altre foto di pubblicità con scie, e una carrellata di video di pubblicità con scie.


   35 - Ricordatevi, è già successo di peggio

Avete ragione, sarebbe più bello sperare che non sia così, che non succeda, ma è già successo, ci sono state due guerre mondiali scatenate solo per permettere a banche ed industrie di accumulare ricchezza e potere. Vi ricordate le decine di milioni di morti trucidati per arricchire un pugno di persone ricchissime e senza alcuno scrupolo? Gli approfondimenti su questi argomenti, e le prove di queste affermazioni (che ad alcune persone potrebbero forse sembrare esagerate) le trovate negli articoli presenti sul sito; qui ricordo solo che Dresda fu rasa al suolo da una massiccia opera di bombardamento incendiario anche se era piena di sfollati e no di soldati, anche se era una città priva di valenza strategica sul piano logistico o militare, che lo stesso discorso vale per Hiroshima. Ricordo che pochi giorni prima del lancio delle bombe atomiche sul Giappone erano state attivate le trattative per la resa del Giappone e che l’unica questione sulla quale non si era trovato l’accordo era l’abdicazione dell’imperatore (richiesta dagli Usa ed osteggiata ovviamente dal Giappone); e vorrebbero farci credere che hanno massacrato mezzo milione di persone solo per questo ridicolo oggetto del contendere? Il massacro atomico è stato intenzionale e gratuito, così come il massacro di Dresda.

Se poi non immaginate il motivo di questa operazione clandestina ripensa a ciò che è successo l’11 settembre 2001 quando i servizi segreti USA (e forse anche di qualche altra nazione) hanno orchestrato un auto-attentato per poi dichiarare due guerre all’estero e varare leggi anti-democratiche violentemente repressive al suo interno. Consiglio a proposito la visione dei documentari “9-11 in plane site”, “loose change”, “11 settembre inganno globale”, disponibili anche su youtube. E pensate anche a chi ha il vero controllo dell’economia (le oligarchie finanziarie), e quindi della politica. Ricordate l’ammissione di Di Pietro sul signoraggio (“estorsione legalizzata” tramite la quale le banche ci sottraggono indebitamente soldi accrescendo il debito pubblico delle nazioni). Consiglio a proposito di leggere il libro Euroschiavi di Marco della Luna e Antonio Miclavez (Macro edizioni).

Del resto il passato recente è costellato di esperimenti su cavie umane (a volte con l’uso di agenti bio-chimici spruzzati su intere regioni, già 50 anni fa), ed in più è da ricordare l’uso del fluoruro per avvelenare/istupidire la gente, la commercializzazione del velenoso aspartame come mezzo per il controllo delle masse, le campagne di vaccinazione con mercurio ed altre sostanze chimiche tossiche per avvelenare donne e bambini (tutti gli approfondimenti sono disponibili sul sito).

E ricordatevi che i padroni del mondo per quanto cerchino di avvelenare senza essere avvelenati, hanno comunque sempre danneggiato l’ecosistema terrestre pur essendo coscienti che ci andavano di mezzo anche loro, è successo con i test atomici, con l’introduzione del piombo nella benzina.

Ricordatevi anche che i militari sono pagati (e condizionati) per obbedire a qualsiasi ordine, che si sono resi responsabili dei peggiori crimini dell’umanità (Hiroshima, Vietnam, Iraq ...), e ricordatevi che le tecnologie per fare volare aerei telecomandati senza piloti (i cosiddetti “droni”) esistono da diversi anni, e che le tecniche per la manipolazione mentale sono ormai estremamente raffinate dopo 50 anni di sperimentazione.


   36 - Le finalità del progetto scie chimiche

Se le sapessi ve le direi, ma in realtà quello delle scie chimiche è un progetto top secret, sicuramente collegato a degli scellerati progetti di modificazione climatica e di dominio globale. Un documento ufficiale dell’esercito USA ha come titolo “Owning the weather in 2025”, ovvero dominare il clima entro il 2025. Il controllo climatico ha un ovvio utilizzo per ottimizzare le proprie operazioni militari ed ostacolare le manovre del nemico, ma può essere utilizzato anche al di fuori di un contesto di guerra per dei fini poco puliti, ad esempio quello di favorire il mercato degli OGM. Se si rendono sempre più difficili le condizioni per la coltivazione delle colture tradizionali togliendo il sole e l’acqua (e magari diffondere qualche parassita) si crea il presupposto perchè i nostri governi affermino (mentendo) che la soluzione alla penuria dei raccolti sono i semi OGM.
Di sicuro le multinazionali degli OGM (Monsanto in testa) possono trarre grandi profitti da questa operazione di avvelenamento, così come le multinazionali farmaceutiche, alle quali si regala un mondo di persone sempre più afflitta da piccoli e grandi acciacchi e sempre più bisognose di cure.

Questo sembra essere un obiettivo intermedio che giustifichi poi la diffusione di sementi OGM, ma anche un mezzo per generare una crisi alimentare che vada di pari passo con quella economica, che proprio in questi giorni si sta manifestando in maniera inquietante col fallimento delle banche e col vertiginoso aumento del prezzo del petrolio. Qualche economista e qualche altro ricercatore avevano già preannunciato la crisi economica mostrando come fosse artificialmente creata; del resto gli stessi mass media riferiscono che il prezzo del petrolio e dei cereali è cresciuto in maniera spropositata per le speculazioni finanziarie, speculazioni che nessun governo e nessun organismo internazionale ha mai pensare di bloccare. Abbiamo quindi ragione di credere che i nostri cari governanti di tutto il mondo stiano preparando a tavolino una situazione simile a quella del 1929, aggravata da difficoltà di approvvigionamento alimentare e dall’indebolimento psico-fisico delle persone causato dall’irrorazione degli aerei cisterna.

Ma a giudicare dai composti rintracciati nelle scie c’è anche l’intento di rimbecillire letteralmente la popolazione irrorandola con sostanze sedative e di alterarne il DNA sia direttamente (le nano fibre responsabili del morbo di morgellons si interfacciano con il DNA umano e non sappiamo ancora bene cosa può succedere in futuro; qualche particolare segnale elettro-magnetico potrebbe a tempo debito dare il via a qualcosa di ancora più terribile?) che indirettamente; l’introduzione degli OGM nell’alimentazione potrebbe essere studiata perchè alcuni geni di tali alimenti, una volta entrati nel corpo umano, compiano delle modificazioni del nostro DNA.

Le scie chimiche sembrano uno strumento polivalente che persegue diversi obiettivi, ma forse la diffusione di nonofibre (la cosiddetta “polvere intelligente” o smart dust) nell’aria, nell’acqua e nel cibo che ingeriamo (e che quindi si accumulano nel nostro organismo debilitandolo) sono uno degli obiettivi principali del malefico piano. La diffusione di tali sensori è una finalità ammessa da alcuni documenti parzialmente declassificati dell’aeronautica militare statunitense, anche se non è ancora ben chiaro quali saranno in futuro i risultati di tale manovra. Di sicuro sappiamo che tali nanofibre hanno funzione di spionaggio sensoriale, ma forse queste microscopiche strutture riescono anche ad alterare percezioni e comportamenti degli esseri umani (magari in sinergia con determinate frequenze elettromagnetiche diffuse nell’aria)? I nostri governanti stanno forse realizzando il sogno di qualsiasi schiavista, ovvero quello di avere a sé sottoposta una moltitudine di schiavi con catene invisibili?

Nel già citato documento “Owning the weather in 2025” si legge:
“Il sistema di acquisizione del bersaglio implica la capacità di prendere decisioni per scoprire i cambiamenti nei valori personali dell’avversario. I cambiamenti nelle emozioni di un capo, nei pensieri e negli schemi di riferimento, sono di grande interesse per un sistema strategico di attacco. Le tecnologie che penetrano nella mente di un avversario per ottenere informazioni preziose, richiedono progressi rivoluzionari (…) Piattaforme sulla terra entro il 2025 potranno fare affidamento su strumenti nanotecnologici che si ridurranno a piattaforme di dimensioni microscopiche. Queste piattaforme potrebbero essere inserite attraverso agenti umani, l’acqua o il cibo oppure per mezzo di irrorazione aerea che impiega UAVs (droni). Microsensori più sottili di un capello umano potrebbero trasmettere dati all’archivio informatico di Delphi, per mezzo di UAVs o sistemi satellitari.”

Per avere un'idea di cosa sia questa polvere intelligente vi mostro qui sotto un video di un campione raccolto (con tutte le precauzioni del caso, vista la potenziale pericolosità di tali filamenti correlati al terribile morbo di Morgellons) in un giorno di intense irrorazioni: è evidente il fatto che non si tratti di un "normale filo di ragnatela" come i disinformatori vorrebbero farci credere.

In certe giornate è evidente la ricaduta di simili orripilanti filamenti, e non è certo pulviscolo quello che cade, e non provate a dire che si tratti di ragnatele lunghe 5 metri tessute da ragni giganti. Le fotografie qui sotto sono fin troppo eloquenti (quelli che vedete in realtà sono solo alcuni particolari, le foto le potete visionare nella loro interezza cliccando su di essi):


Per quanto possiamo capire da tutto quanto è stato esposto finora, l’aeronautica militare statunitense sta studiando come diffondere nansensori che possono anche essere distribuiti nelle persone (all’interno del loro corpo), nelle abitazioni e nelle apparecchiature elettroniche per formare una rete di sorveglianza, e a questo punto non c’è dubbio, il vero intento delle scie chimiche sembra veramente mostruoso, ed è difficile credere a simili scenari da incubo, ma è difficile crederci solo perchè psicologicamente si fa fatica ad ammettere un piano di così tanta malvagità, non certo per la mancanza di indizi, e non bisogna fare come certi scienziati che dicevano "le meteoriti non possono esistere perchè non ci sono pietre nel cielo"; in realtà è vero il contrario, siccome le meteoriti esistono abbiamo la prova della presenza di pietre nel cielo, siccome le scie chimiche esistono abbiamo la prova di una raffinatissima cospirazione internazionale. Per ulteriori approfondimenti sui nanosensori diffusi con le scie chimiche potete guardare i seguenti video-documentari.



Sta di fatto che le reazioni della maggior parte della gente all’avvelenamento delle scie chimiche è impressionante: molti si sforzano di negarla accampando ogni sorta di scuse, alcuni che si rendono conto della realtà delle scie chimiche arrivano a pensare che sia un’operazione clandestina governativa fatta per il nostro bene (allora perché mai ce la dovrebbero nascondere?), altri capiscono tutto e stanno zitti, non protestano, non muovono un dito, non si arrabbiano, non riescono nemmeno a pararne con le altre persone per denunciare l’accaduto. Che sia l’effetto della “polvere intelligente” e di particolari frequenze emesse dal sistema HAARP e da altre antenne, o delle sostanze psicotrope diffuse tramite le scie, sta di fatto che la situazione in cui stiamo vivendo ha qualcosa di grottesco e di irreale.

Ed allora non mettiamo la testa sotto terra come gli struzzi, cercando di difenderci dall’impatto psicologico della scoperta delle scie chimiche arrampicandoci sugli specchi per trovare un ragionamento che sembri potere cancellare quelle linee dal cielo. I ragionamenti al contrario non sono permessi, sono errati da un punto di visto logico, non comportiamoci da stupidi dicendo che le scie chimiche non esistono perchè altrimenti sarebbe necessario pensare ad un complotto su scala nazionale ed internazionale. La prima cosa da fare è osservare il cielo, comprendere che le scie di condensa avvengono molto raramente e solo ad alte quote, e già questo dovrebbe far capire che c’è un forte complotto a livello istituzionale per mentirci. Il ragionamento corretto è infatti il seguente: siccome le scie chimiche sono di un’evidenza spaventosa allora abbiamo la prova dell’esistenza di un enorme complotto su scala nazionale ed internazionale.

Però dico io, dove pensavate di vivere? Non sapete cos’è Gladio, cos’è la loggia massonica segreta P2, cos’è il piano di rinascita democratica, la società segreta del teschio e delle ossa, il gruppo Bilderberg? Va bene, va bene, in fondo non è colpa vostra se i mass media evitano di ricordare certe cose e se a scuola di queste cose si evita di parlare, ma ecco un unico link presso il quale potete approfondire molte di queste cose: armatevi di pazienza e leggete qui. E se volete approfondire l'argomento guardate le informazioni contenute in questo sito magari iniziando a scoprire la palese realtà del gruppo Bilderberg, una élite di uomini di ogni nazione del mondo, di politici (di destra, sinistra e centro), affaristi, impresari, direttori di mass media capitanata dal Grande Criminale Henry Kissinger (quello che ha organizzato il colpo di stato fascista in Cile, i crudeli bombardamenti in Cambogia, e che ha sempre auspicato la drastica riduzione della popolazione mondiale … forse ci sta finalmente riuscendo).

Segnalo anche l’ipotesi che con le scie chimiche vengano diffusi intenzionalmente agenti infettivi che servano in un prossimo futuro a giustificare una campagna di vaccinazione; quest’ultima potrebbe essere finalizzata all’inoculazione occulta di qualcosa che è peggio della malattia che si pretende di prevenire (liquido geneticamente ricombinante? microbi patogeni nel vaccino? microchip miniaturizzati iniettati col vaccino?). È il caso di stare all’erta.

Per ulteriori approfondimenti consiglio a chi conosce l'inglese di guardare i video citati in questo articolo.


   37 - Documenti e siti per approfondire la questione

www.tankerenemy.com/     (sito del comitato nazionale contro le scie chimiche)

http://www.youtube.com/user/tankerenemy       il canale video del comitato tanker enemy (rassegna di video e documentari sulle scie chimiche)

http://www.tanker-enemy.tv/       sito mirror del precedente (link alternativo per vedere gli stessi video)

http://it.youtube.com/user/Niko010101       il canale video di Niko con ottimi filmati sulle irrorazioni

I "preferiti" del canale scienzamarcia       video in italiano ed inglese sul tema delle scie chimiche ed argomenti correlati

Osservatorio Scie Chimiche    rassegna di foto di scie chimiche

vibravito blog       confutazione delle affermazioni dei negazionisti

www.sciesardegna.it/       sito del comitato sardo contro le scie chimiche

blog cieli liberi       sito del comitato romano contro le scie chimiche

http://scie-chimiche.blogspot.com/

www.torinoscie.splinder.com/

www.sciechimiche.org/

Consiglio a tutti di scaricare e leggere il rapporto della dottoressa Staninger sul morbo di Morgellons, una orripilante nuova malattia biotecnologica correlata alla diffusione delle scie chimiche:
http://files.meetup.com/227353/Il_rapporto_Staninger.pdf

Potete anche scaricare gratuitamente i seguenti video (formato avi o mpg) per vederli comodamente off-line e/o distriburli per diffondere le informazioni

Scie Chimiche - Fermiamoli (I)

Scie Chimiche: I veri motivi (II)

Scie chimiche: Il progetto R.F.M.P. (III)

Scie chimiche - Le patologie correlate (IV)

Le statistiche giocano contro le contrails (V)

La scia che fuoriesce dall'ala: Il falso fuel dumping (VI) (il video di apertura del dossier in alta risoluzione)

I 6 video precedenti li potete trovare raccolti in archivi compressi (assieme ad altri video) a questo link sul progetto CD-Rom.

Sul sito di Odeon TV trovate i video della trasmissione sulle scie chimiche realizzata all'interno del programma "Rebus", suddivisa in 4 parti:
prima parte      seconda parte      terza parte      quarta parte

Segnalo anche un ironico video sulla cosiddetta "rivista scientifica" focus che potete scaricare per visionare comodamente off-line (e come gli altri copiare, diffondere, distribuire su DVD): Non perdere il ... focus

Su spazio indaco è presente un video molto ben realizzato con interviste a ricercatori, medici, biologi che si occupano dellle scie chimiche dal titolo Scie chimiche, quale verità?

Vi consiglio anche questo articolo di ulteriore approfondimento della situazione attuale relativa alle scie chimiche ed alla nebbia chimica (ci sono anche i link ai documenti ufficiali dell'esercito USA sul controllo climatico).

Consiglio poi questa presentazione in power point corredata di foto satellitari delle scie chimiche. Un'altra presentazione in power point (in cui si evidenzia anche il condizionamento occulto dei mass media) la trovate qui.

A marzo 2008 sul canale televisivo RAI 2 è passato un servizio (con molti tagli) sulle scie chimiche, ma alcune cose importanti sono state mostrate qui ci sono i link per scaricare le registrazioni, e qui potete leggere anche le confutazioni delle dichiarazioni di militari e controllori di volo rilasciate nel corso del programma.

Se volete registrare i video, trasformarli in avi (o mpg o altro formato) esistono due programmi freeware (di uso abbastanza facile) che vi segnalo:
Orbit downloader e AnyDVD (facendo click sul nome del programma lo scaricate sul vostro PC).

Ad ogni modo ricordo che potete scaricare una selezione di ottimi video (già in formato avi o mpg) dagli archivi video del progetto CD-Rom.


   38 - Cosa fare?

La prima cosa in assoluto che bisogna comprendere è che l'operazione di irrorazione delle scie chimiche è un'operazione clandestina; la clandestinità e la segretezza sono dovute al fatto che se la gente sapesse realmente ciò che sta succedendo ci sarebbe un risveglio di massa delle coscienze.

Se tutti sapessero la verità sulle scie chimiche nessuno dei nostri governanti (chi più chi meno è stato complice con suo silenzio e/o col suo assenso) potrebbe dormire sonni tranquilli perchè la gente toglierebbe ogni fiducia a questo sistema di oppressione mascherato da democrazia e cercherebbe di riprendere in mano le redini della propria vita e della propria libertà.

Il primo consiglio che mi sento di dare quindi è: informate più che potete, diffondete le informazioni, stampate i dossier, diffondete i video, create copie di questo materiale, scaricate i file per creare il CD-Rom informativo e masterizzatelo. Convincete le persone che vi stanno accanto ad iniziare da familiari ed amici, cercate di innescare un processo di contagio, un effetto domino.

Provate quindi a sensibilizzare consiglieri comunali e sindaci della vostra zona, mostrate loro la mozione dei comuni romagnoli, parlatene col vostro medico di famiglia, fate analisi dell'acqua piovana e diffondetele, mandate comunicati stampa alle redazioni di radio, giornali e televisioni locali; non lasciate intentato nessun mezzo. Ne va della nostra salute, del nostro futuro, della nostra libertà, della vita delle prossime generazioni.

Per quanto concerne la prevenzione dai danni causati al nostro organismo dalle scie tossiche posso sicuramente consigliare di bere molto, più si beve e più ci si libera dalle tossine e dai veleni che abbiamo assimilato. Assumere vitamina C (soprattutto dalle fonti naturali, frutta e verdura) fa molto bene, eventualmente potete valutare l’idea (consultandovi col vostro medico curante, potrebbe essere l’occasione di parlargli delle scie) di assumere integratori (non sintetici); il magnesio e l’estratto di echinacea rafforzano le difese immunitarie ma nessuna sostanza può essere presa a tempo indeterminato e senza alcuna supervisione (ad esempio mi è stato segnalato che il magnesio andrebbe preso a due ore di distanza dalla vitamina C per non affaticare i reni). Se volete utilizzarle consultatevi quindi con un medico (o quanto meno con un erborista di fiducia), ma ricordate che il magnesio si trova (ad esempio) nel sale marino integrale e nei cereali integrali (dal momento che pesticidi ed altri veleni si fissano soprattutto sulla scorza dei chicchi, converrebbe assumere cereali integrali coltivati in maniera naturale - agricoltura biologica). Che io sappia assumere magnesio aiuta a liberarsi dall’alluminio, ma anche le alghe sono in grado di aiutarci ad eliminare i metalli tossici. Esistono poi dei farmaci chelanti (come l’EDTA) che aiutano a liberare l’organismo da tali sostanze, ma come tutti i farmaci hanno i loro effetti collaterali (ad esempio sono sconsigliati per le donne incinte e per chi soffre di insufficienza renale); anche in questo caso potete valutare un loro eventuale uso solo previo consulto medico (magari dopo avere fatto un test dei metalli presenti nel vostro organismo tramite l’analisi del capello). Vi segnalo poi l’esistenza di apparecchi elettrici, ionizzatori, che filtrano l’aria trattenendo polveri e pollini.


   39 - Le scie chimiche ed il cambio di paradigma

Quello che mi sembra assolutamente indispensabile, una volta scoperta la terrificante manovra delle scie chimiche è un cambio di paradigma, ovvero guardare al mondo con occhi nuovi, con uno sguardo disincantato per vedere fino fondo il marcio che c’è nella struttura sociale, politica ed economica nella quale siamo inseriti. Non è certo molto belle né divertente, ma lo ritengo indispensabile. Non credo sia possibile comprendere a fondo il fenomeno delle scie chimiche se non si comprende chi e perché possa avere ordito una simile congiura a danno dei propri simili. Non è possibile attuare una lotta efficace contro le scie se non si riflette a lungo su alcuni aspetti fondamentali della questione relativi a chi dirige questa opera di avvelenamento, a chi la tollera, a chi si adopera per nasconderla agli occhi della gente facendo circolare le leggende metropolitane delle scie di condensa e dell’aumento dei voli civili.

La prima cosa da notare è che tutti i governi e tutti i partiti, di destra e di sinistra e di centro (in Italia come negli USA), hanno collaborato attivamente con l’operazione di irrorazione clandestina delle scie chimiche. La collaborazione, in particolare quella dei ministeri della difesa, dell’ambiente e della salute, è stata per ovvi motivi indispensabile, ed il silenzio dei nostri rappresentati è stato spezzato solo da poche voci fuori dal coro che hanno presentato delle interrogazioni parlamentari; queste ultime iniziative però, significativamente, non hanno mai coinvolto i partiti di quei parlamentari che hanno deciso di fare il proprio dovere denunciando le scie chimiche. E così l’onorevole Ciccanti dell’UdC non è stato seguito dal proprio partito, ed è rimasto solo nella sua denuncia, e lo stesso vale per l’onorevole Brandolini (PD) o per tutti gli altri. Ovviamente prima di presentare un’interrogazione parlamentare (ma anche successivamente) queste persone hanno informato e cercato (inutilmente) di coinvolgere nella propria opera di sensibilizzazione gli altri membri dei partiti a cui appartengono.

La cappa di silenzio che è calata sull’operazione scie chimiche è indicativa del clima di intimidazione nei confronti di chi denuncia questo orribile misfatto. Ma può essere che sia solo la paura ad impedire la legittima reazione di chi sta dentro le istituzioni (magistratura, governo, parlamento, forze dell’ordine)? Sinceramente non credo che sia possibile tenere sotto controllo tutta questa gente con la sola paura, ma ritengo ci sia molto di più. Innanzitutto c’è l’arma del ricatto: molto spesso le persone che accedono ai posti di comando e di responsabilità di una qualsiasi istituzione hanno fatto troppi compromessi per arrivare dove sono arrivati, hanno troppi scheletri nell’armadio e sono facilmente ricattabili. D’altronde il ricatto può anche essere inutile: certe persone sanno già per esperienza che disobbedendo agli ordini ed ai “suggerimenti” che vengono dall’alto si rischiano di perdere la posizione di comando ed i privilegi ad essa associati. Similmente coloro i quali si trovano ai gradi più bassi di qualsiasi istituzione o azienda (lavoratori aeroportuali, membri delle forze dell’ordine o dell’esercito) sanno che potrebbero essere licenziate con un qualsiasi pretesto se muovono un passo fuori dai binari consentiti.

Ma è necessario a mio parare anche ipotizzare qualcosa di più per giustificare una situazione in cui in tutto il mondo viene portata avanti contemporaneamente e concordemente una simile tremenda manovra ai danni delle varie popolazioni sottomesse (è facile visionare cieli con scie chimiche sia facendo una ricerca su internet che guardando il telegiornale, ritrovando gli stessi orridi scenari celesti dall’Egitto alla Cina, dagli USA a Cuba) senza che nessun partito e nessuna associazione (nemmeno quelle cosiddette ambientaliste) osino opporsi, e senza che i mass media (a parte qualche sporadico episodio) denuncino la dura realtà dei fatti. È evidente che per gestire in sincronia le operazioni su scala globale ci vuole un accordo segreto sotto banco dei vari governi nazionali, spesso in apparente lotta o competizione tra di loro. Come si può continuare a credere realmente il governo della Russia sia in lotta od in competizione con il governo degli USA quando entrambi irrorano i propri cittadini con le scie chimiche in maniera da inebetirli e controllarli? La massima latina dividi e governa (divide et impera) è sempre valida e funziona benissimo anche ai nostri tempi: metti i popoli l’uno contro l’altro e non avrai problemi a manovrarli, a governarli. Mentre gli statunitensi hanno paura del riarmo russo, mentre i russi hanno paura del riarmo statunitense, mentre i popoli dei due paesi apparentemente nemici si guardano con sospetto (ed in prospettiva potrebbero essere condotti a combattersi), i governi segretamente si scambiano informazioni e tecnologie altamente sofisticate per realizzare, coordinare e gestire l’operazione scie chimiche.

Per chi non avesse ancora aperto gli occhi su quanto succede in altre parti del mondo, o non abbia fatto caso ai "cieli chimici" mostrati dai telegiornali nelle loro riprese di ogni angolo del mondo, riporto espressamente alcuni (fra i tanti) link che permettono di visionare foto provenienti da diverse regioni del globo di scie chimiche e cieli visibilmente modificati da forti fasci di radiazioni elettromagnetiche. Le foto sono tratte da una galleria fotografica internazionale che segnala per ogni foto la nazione e la città. Da notare che negli "schieramenti fra nazioni avverse" di cui ci raccontano i mass media, Bolivia e Venezuela sarebbero acerrimi nemici degli Stati Uniti, come Russia e Cina, (da notare anche il fatto che le scie di condensa in paesi caldissimi come la Libia sono una cosa assolutamente innaturale).

Scie chimiche in Venezuela, Cieli chimici in Venezuela, Cieli chimici in Venezuela 2,
Cieli chimici in Venezuela 3,

Scie chimiche in Uruguay, Cieli chimici in Perù, Scie chimiche in Perù,
Cieli chimici in Argentina , Cieli chimici in Bolivia, Cieli chimici in Bolivia 2,

Scie chimiche in Libia, Cieli chimici in Libia (residui di scie), Cieli chimici in Libia,
Scie chimiche (con aereo irroratore) in tunisia, Cieli chimici in Tunisia,

Scie chimiche in Cina, Cieli chimici in Cina, Cieli chimici in Corea del Nord,

L’apparente inimicizia fra le nazioni ed i governi si rivela essere quindi un espediente astuto per realizzare diverse finalità:

  • giustificare agli occhi di centinaia di milioni di persone le spese militari, il continuo riarmo, i progetti militari di ricerca sulle nanotecnologie, ed i progetti di controllo mentale (ufficialmente studiati per fini bellici ma in realtà applicati al controllo della popolazione per scopi di dominio), gli studi sulle armi chimico-biologiche (anch’essi sviluppati ufficialmente a fini bellici ma in realtà utilizzati per colpire la popolazione)
  • giustificare l’esistenza di progetti militari segreti e di canali occulti di finanziamento per tali progetti con l’esigenza vitale di raggiungere una supremazia tecnologica sul (finto) avversario
  • aprire ovunque nuove basi militari, e nello specifico basi aeree, per incrementare e rendere capillare l’operazione scie chimiche
  • giustificare con tale tensione fra i due schieramenti lo scatenarsi di diversi conflitti locali come quello in Georgia e quindi rafforzare tutta la spirale già descritta nei punti precedenti
  • incanalare i pensieri della gente entro binari prestabiliti portandola a pensare che “ciò che fanno i militari è per la difesa della nazione e quindi della collettività”, mentre in realtà succede l’esatto è l’esatto opposto, dal momento che le strutture militari sono attivamente impegnate in un’offensiva militare che ha per bersaglio la popolazione civile
  • permettere ad una ristretta cricca di persone (i possessori di aziende che producono e commerciano armi e tecnologia bellica) di incrementare le proprie ricchezze


  • Chi tira le fila di questa cospirazione ovviamente ha come esclusivo interesse quello di dominare, controllare e sfruttare la popolazione mondiale senza esitare di ricorrere alle guerre per i propri biechi fini.

    E non chiedetevi come mai di queste manovre cospirative non avete mai avuto sentore, la risposta è fin troppo semplice: i libri di storia su cui avete studiato hanno sistematicamente censurato tutti i dati più scomodi, dalle cause dei conflitti mondiali allo scoppio della bomba atomica, utilizzata per massacrare centinai di migliaia di civili innocenti quando le trattative per la resa del Giappone erano già in corso. Se la gente avesse avuto accesso alla realtà storica senza i filtri degli storici avrebbe potuto capire, ed appunto per questo tale disciplina viene insegnata in conformità a quanto desidera il potere. Ma nei libri di storia che si usano a scuola non potrete mai leggere che da circa un paio di secoli le élite finanziarie, ovvero i possessori delle banche, avevano già di fatto più potere dei vari sovrani, che il capitale gestito da questi signori si è sempre incrementato per ogni guerra che si faceva (essi facevano credito agli stati in occasione delle varie guerre) che ogni guerra è un grosso affare per le banche che prestano soldi agli stati e per le industrie che fabbricano le armi. Da troppo tempo le guerre sono una scusa bella e buona per permettere a certi loschi figuri di arricchirsi sempre di più alle spalle di milioni di poveracci utilizzati come carne da macello, povera gente che viene sobillata e illusa da un pugno di propagandisti prezzolati ad “immolare la vita con eroico sacrifico per la patria”.

    Ciò che è successo nella prima guerra mondiale nel bacino minerario di Briey-Thionville è oltremodo significativo al riguardo: in quell’occasione l’esercito francese ha ricevuto ordine di lasciare indifese le proprie miniere di ferro per permettere all’esercito tedesco di conquistarle, lo scopo era quello di fare durare una guerra che altrimenti i francesi (ed i loro alleati) avrebbero vinto subito dal momento che i tedeschi erano a corto delle materie prime per fabbricarsi le armi, e come è noto senza armi non si può che perdere la guerra! Situazioni simili si sono verificate durante la seconda guerra mondiale quando la finanza USA ha sostenuto entrambi gli schieramenti e le industrie militari USA hanno venduto armi ad entrambi gli schieramenti, mentre Rockfeller forniva importantissima tecnologia militare indispensabile per la realizzazione della poderosa macchina da guerra tedesca (per approfondimenti vedi questo articolo).

    Del resto è pure noto (da documenti ufficiali dell’esercito USA accessibili a tutti) che il “proditorio attacco a sorpresa” dell’esercito giapponese a Pearl Harbour fu qualcosa di molto diverso da come ce la raccontano i film di Hollywood ed i libri di storia (due efficacissimi mezzi della propaganda di regime). Gli esperti di spionaggio dell’esercito USA avevano infatti decrittato i codici con cui i Giapponesi contavano di comunicare segretamente tra di loro, e nei documenti ufficiali statunitensi c’è la prova della trascrizione del messaggio decrittato con cui le unità Giapponesi che avanzavano verso Pearl Harbour si comunicavano l’obiettivo della loro missione. Il comando dell’esercito statunitense ha emanato tassativi ordini di tenere nascoste tali informazioni perché Pearl Harbour era la scusa ufficiale che serviva al governo degli Stati Uniti per giustificare agli occhi dei propri cittadini il coinvolgimento del paese nel secondo conflitto mondiale. La riprova di quanto appena scritto è che il generale Short e l’ammiraglio Kimmel, usati come capri espiatori per la disfatta di Pearl Harbour sono stati discolpati recentemente dal Congresso degli Stati Uniti con una riabilitazione postuma, in quanto erano stati tenuti all’oscuro dai loro superiori delle intenzioni bellicose dei Giapponesi.

    In realtà l’attacco di Pearl Harbour fu la conseguenza (prevista ed anzi auspicata) dell’embargo decretato nei confronti del Giappone, cui gli USA smisero di vendere petrolio e ed acciaio. Ciò costrinse i Giapponesi a rivolgersi alla conquista delle regioni dell’Indonesia ricche di petrolio e minerali, e sulla loro strada in questa conquista delle Indie Orientali olandesi c’erano solo gli USA (le altre nazioni erano sfinite dalla guerra in Europa). Spostando la flotta del Pacifico da San Diego a Pearl Harbour, Roosevelt fece diventare quella flotta l’ostacolo più concreto al piano giapponese per la conquista di materie prime indispensabili (particolarmente in un periodo di guerra). A ulteriore conferma di quanto affermato riporto che il 29 novembre, il Segretario di Stato Hull mostrò al giornalista della United Press Joe Leib un messaggio con l’ora ed il luogo dell’attacco, ed il New York Times nello speciale Pearl Harbour dell’edizione del 12/8/41, a pagina 13, riportava che l’ora ed il luogo dell’attacco erano noti in anticipo.

    La versione ufficiale governativa che la flotta giapponese avesse mantenuto il silenzio radio mentre si dirigeva verso le Hawaii è smentita dalle intercettazioni americane contenute negli archivi dell’esercito statunitense: in essi vi è il messaggio decodificato inviato dalla nave rifornimento giapponese Shirya che dice “procediamo alla posizione verso 30.00 N, 154.20 E. Pensiamo di essere sul posto il 3 dicembre”. Tremila soldati americani furono quindi sacrificati come carne da macello per portare gli USA in una guerra contro la Germania che probabilmente non era motivata dai nobili ideali tanto sbandierati (la lotta contro il dittatore sanguinario). Per ulteriori approfondimenti dell’affare Pearl Harbour cito il libro di R. B. Spinnett Il giorno dell’inganno, ed il Saggiatore, e questo mio lungo articolo.

    E cosa dire della storia più recente dello scandalo Iran-Contras quando due paesi ufficialmente ai ferri corti come USA ed Iran, nel 1982, l’anno successivo alla fine della crisi degli ostaggi (ambasciatori USA tenuti prigionieri in Iran) si accordano segretamente per una compravendita di eroina? La storia che ha dato luogo ad uno scandalo (ben presto dimenticato dalle masse) è veramente incredibile se non si pensa ad uno scenario in cui i governi fingono di manifestare ostilità l’uno con l’altro mentre nella sostanza collaborano nell’antica strategia del divide et impera: eroina iraniana arrivava negli USA con aerei della CIA, veniva venduta agli spacciatori statunitensi e coi soldi ricavati la CIA forniva armi ai terroristi che volevano abbattere il governo democraticamente eletto del Nicaragua. Da notare che tutto ciò è avvenuto sotto la presidenza del repubblicano Bush (padre) e che alle successive elezioni presidenziali il candidato democratico non ha utilizzato l’argomento dello scandalo Iran-Contras per denigrare l’avversario (come secondo logica avrebbe fatto una persona realmente intenzionata a vincere le elezioni), a riprova del fatto che la cospirazione ingloba i diversi partiti politici che fanno finta di lottare l’uno contro l’altro (ciò succede molto più facilmente se si creano due grossi schieramenti, come chi gestisce il potere sta cercando di realizzare anche in Italia - due schieramenti si controllano più facilmente di 20 partiti e partitini).

    A questo punto, se vi siete resi conto della realtà della cospirazione a livello dei vari governi che fingono di essere in contrasto credo ci voglia ben poco per comprendere che in ogni singolo stato vengono tessute delle trame occulte per attuare i folli piani di dominio delle élite che ci comandano. D’altronde credo sia difficile pensare che organizzazioni cospirative capillari e raffinate che hanno portato alla creazione di strutture come quella di Gladio (e quindi alla creazione del terrorismo di stato) siano fatti isolati creatisi negli ultimi 50 anni. Gladio e la loggia massonica segreta P2 (all'interno della quale sono state ordite delle trame segrete per permettere ad una ristretta cricca di persone di ristrutturare lo stato italiano per i propri fini di potere) sono in realtà da vedersi solo come quella piccola parte, che è venuta faticosamente alla luce, della ragnatela cospirativa italiana che regola e domina lo scenario politico: pensate forse che i magistrati abbiano scoperto tutto delle società segrete che operano dietro le quinte?

    D'altronde una volta sciolta la loggia P2 (senza nessuna sostanziale ripercussione sui suoi aderenti) il suo "maestro venerabile" Licio Gelli ha mantenuto attiva a Montecarlo un'altra società massonica denominata OMPAM (che nessuno ha mai sciolto) riuscendo ad evitare di scontare i molti anni di carcere a cui fu condannato (evasione, fuga all'estero, mancata estradizione per i reati più importanti) e conservando le sue enomri ricchezze. Nonostante la condanna, la fuga, il suo status di evaso, Gelli contuinuò ad essere rispettato e tenuto in considerazione da giornalisti e politici. Forse è il caso di ricordare che la loggia P2 è implicata ad esempio nelle seguenti stragi: treno Italicus, stazione di Bologna, Ustica, Piazza Fontana, rapido 904. Essa è implicata pure negli omicidi di Calvi, Pecorelli, Olof Palme, Semerari, nel colpo di stato militare in Argentina, nei due tentativi di colpo di stato (in Italia) di Junio Valerio Borghese e della Rosa dei Venti, nel tentativo di depistaggio durante il rapimento Moro, nel caso dei finanziamenti FIAT alla massoneria. Per approfondimenti su tutti questi ed altri episodi vi segnalo questo articolo da un sito dedicato alla loggia P2. Se volete verificare da soli quanto di quei progetti sia stato poi realmente attuato leggetevi il Piano di rinascita democratica (ritrovato e sequestrato alla figlia di Licio Gelli, gran maestro della loggia P2).

    In questa sede segnalo solo alcune righe particolarmente significative di tale piano.

    1) Nei confronti del mondo politico occorre:
    a) selezionare gli uomini - anzitutto - ai quali puo’ essere affidato il compito di promuovere la rivitalizzazione di ciascuna rispettiva parte politica (Per il PSI, ad esempio, Mancini, Mariani e Craxi; per il PRI: Visentini e Bandiera; per il PSDI: Orlandi e Amidei; per la DC: Andreotti, Piccoli, Forlani, Gullotti e Bisaglia; per il PLI: Cottone e Quilleri; per la Destra Nazionale, eventualmente: Covelli);
    c) in caso di risposta affermativa, affidare ai prescelti gli strumenti finanziari sufficienti - con i dovuti controlli - a permettere loro di acquisire il predominio nei rispettivi partiti;
    d) in caso di risposta negativa usare gli strumenti finanziari stessi per l’immediata nascita di due movimenti: l’uno, sulla sinistra (a cavallo fra PSI-PSDI-PRI-Liberali di sinistra e DC di sinistra), e l’altro sulla destra (a cavallo fra DC conservatori, liberali, e democratici della Destra Nazionale).
    2) (...) Occorrerà redigere un elenco di almeno 2 o 3 elementi, per ciascun quotidiano o periodico in modo tale che nessuno sappia dell’altro. L’azione dovrà essere condotta a macchia d’olio, o, nieglio, a catena, da non piu’ di 3 o 4 elementi che conoscono l’ambiente. Ai giornalisti acquisiti dovrà essere affidato il compito di “simpatizzare” per gli esponenti politici come sopra prescelti.

    Per quanto riguarda i sindacati si prevede tra l'altro di "acquisire con strumenti finanziari di pari entità i più disponibili fra gli attuali confederati" e quindi "ripristinare per tale via il ruolo effettivo del sindacato di collaboratore del fenomeno produttivo".

    Appare quindi chiara la logica di un piano che prevede l'utilizzo di risorse finanziarie per comprare e asservire la stampa, le televisioni, i partiti, i sindacati e realizzare due nuovi schieramenti politici, uno di destra (mai sentito parlare di Forza Italia?) ed uno di sinistra (mai sentito parlare del Partito Democratico?) che (facendo finta di combattersi in parlamento) concorrano a realizzare i progetti di una élite occulta. D'altronde abbiamo visto all'opera in questi anni il governo di sinistra che (dopo avere utilizzato abusivamente la parola pace nel programma elettorale) finge di ritirare le truppe dall'Iraq ma lo fa così lentamente che non ce la fa in tempo, aumenta le spese militari. Ancora prima abbiamo visto gli esponenti della sinistra abbaiare contro i privilegi di Berlusconi senza poi abbatterne nemmeno uno in tutti quegli anni che sono stati al governo (ed avevano il potere di farlo). Più recentemente abbiamo visto il PD protestare (sulla carta) contro la riforma Gelmini e poi votare all'unisono con la maggioranza l'aumento delle spese militari che sottraggono fondi all'istruzione, così come anni prima la sinistra ha avversato la riforma Moratti dopo averne proposta una fin troppo simile (riforma Berlinguer).

    Per evitare al lettore l'imbarazzante pensiero che tale analisi sia una fantasia dello scrivente riporto le testuali parole di Tina Anselmi, presidentessa della commissione parlamentare d'inchiesta sulla loggia P2: "Bisogna stare attenti, molto attenti... Ho parlato del vecchio piano di rinascita democratica di Gelli e confermo che leggerlo oggi fa sobbalzare. È in piena attuazione ...". D'altronde lo stesso Licio Gelli in una recente intervista su Pandora TV si compiace del fatto che i suoi vecchi progetti siano stati in gran parte realizzati.

    Forse qualcuno si ricorderà del cambiamento politico avvenuto in Italia nel 1992 ed innescato (almeno apparentemente) dagli scandali della corruzione (vicenda "mani pulite"). Alla luce di quanto sopra esaminato, ed alla luce della banalissima considerazione che un'inchiesta a largo raggio sui politici corrotti può andare avanti solo se riceve il beneplacito dai piani alti del potere (non per niente tutte le denunce contro l'operazione di irrorazione chimica sono rimaste lettera morta, sepolte nei cassetti delle "autorità competenti"), si comprende che i veri burattinai non sono tanto i politici che vediamo recitare sulla scena della politica, quanto i boss della finanza e del sistema bancario, insieme ai tessitori di trame occulte (gli uomini al vertice delle logge massoniche e delle altre società segrete). Nel 1992 e negli anni seguenti, dietro la copertura dello "scandalo di mani pulite" si portavano avanti da una parte la privatizzazione degli enti statali e la ristrutturazione finanziaria (culminata nella creazione della Banca Comune Europea e dell'euro che ci ha resi tutti più poveri), dall'altra la ristrutturazione delle formazioni politiche italiane secondo le indicaizoni del summenzionato piano di rinascita democratico (per maggiori dettagli su questi avvenimenti rimando a questo ottimo articolo sul blog informati e liberi).

    La politica non è quello che appare dai resoconti di giornali e telegiornali (ammaestrati), ma è qualcos'altro che si gioca in riunioni segrete di società occulte e nelle riunioni a porte chiuse di organismi (sconosciuti ai più) come il CFR (Council on Foreign Relations) , il gruppo Bilderberg, la Commissione Trilaterale, organismi non governativi che però prendono decisioni alle quali si conformano tanto gli enti sovranazionali della globalizzazione (come ad esempio il Fondo Monetario Internazionale o la Banca Mondiale) quanto i vari governi nazionali. Senza entrare in un'analisi di tali organismi (per i quali rimando ai link precedenti oltre al già citato libro Il lato oscuro del Nuovo Ordine Mondiale di M. Pamio, Macro edizioni) segnalo in questa sede che nel maggio 2007 il CFR ha proposto (nel numero di maggio-giugno della propria rivista Foreign Affairs) l'abbandono del sistema delle monete nazionali e l'adozione di una moneta unica mondiale, il sogno nemmeno tanto nascosto di coloro che complottano per l'instaurazione di un nuovo ordine mondiale, dittatura globale orwelliana.

    Forti sono i legami tra la loggia P2 e Gladio, una struttura nata da un accordo segreto (e quindi assolutamente illegale, anticostituzionale) di cui pochissime persone all’interno delle istituzioni repubblicane erano a conoscenza. Essa era una struttura segreta articolata in 40 nuclei, dei quali sei informativi, dieci di sabotaggio, sei di propaganda, sei di evasione e fuga, dodici di guerriglia. Le persone che facevano parte di tale struttura segretissima venivano reclutate ovviamente solo se altamente affidabili, ma affidabili per chi? Dirà il magistrato Libero Mancuso: "Il capo della 'Gladio' statunitense Mike Sednaoui, vice capo della Cia a Roma, reclutava nella P2: se non si era della P2, difficilmente si dava quella garanzia di affidabilità richiesta". L'inchiesta su Gladio portata avanti dal magistrato Felice Casson e dai sostituti procuratori militari di Padova Dini e Roberti, mostra che i "gladiatori" siano stati addestrati alla realizzazione di attività a dir poco terroristiche come:
  • azioni intimidatorie (lancio di bombe contro sedi di partito);
  • azioni provocatorie, come pestaggi ed altre azioni che facessero degenerare delle manifestazioni pacifiche in scontri con la polizia (il nesso con i fatti di Genova 2001 è fin troppo evidente);
  • atti di terrorismo da addossare ad altri.

    Ed in effetti la struttura segreta Gladio risulta coinvolta nei seguenti fatti delittuosi: omicidio Mattei, omicido Calbresi, strage della questura di Milano, sequestro Sossi, sequestro ed omicidio di Aldo Moro, omicidio di Mauro Rostagno, omicidio Li Causi, omicidio del giudice Occorsio (che aveva indagato sui tentativi di colpo di stato in Italia e sulla strage di Piazza Fontana, intuendo un'unica regia criminale dietro queste vicende), omicidio del giudice Amato (che aveva ereditato i fascicoli del collega Occorsio). Da notare che il 23 giugno 1980 (10 giorni prima del suo omicidio) il giudice Amato ha affermato davanti al CSM: “sto arrivando alla visione di una verità d'assieme, coinvolgente responsabilità ben più gravi di quelle stesse degli esecutori materiali degli atti criminosi”.

    Le indagini su Gladio sono non sono potute andare molto lontano perché la direzione del Sismi (servizio segreto militare) ha distrutto o manipolato i documenti d’archivio. Il magistrato veneziano Felice Casson ha scritto: “Gli archivi dei servizi segreti sono stati debitamente epurati, se non addirittura saccheggiati”. Ciò è successo proprio nei giorni in cui egli si doveva recare a consultarli [ringrazio Solange Manfredi per la copiosa mole di informazioni pubblicate nel suo articolo gladio, il segreto principale della repubblica, alle quali ho attinto nella stesura di queste righe].

    La loggia P2 è stata molto attiva anche all'estero, restando coinvolta nel golpe militare fascista in Argentina, manovrando in seguito per il ritorno di Peron, è implicata nel conflitto delle isole Malvinas fra Argentina ed Inghilterra, ed è attiva in numerosi altri paesi come Uruguay, Brasile, Venezuela, Stati Uniti, ed in diversi paesi europei fra i quali è da notare la Romania comunista di Ceausescu. Abbiamo qui una vastissima rete occulta di intrighi a livello internazionale che avviluppa paesi e regimi apparentemente nemici sullo scacchiere internazionale, comunisti e capitalisti. E ciò la dice lunga sulla rete cospirativa globale che i menzogneri disinformatori affermano ripetutamente "non esiste, non può esistere, non potrebbe mai esistere!".

    A questo punto sembra evidente che ci troviamo nelle mani di una cricca di persone che è di fatto al di sopra delle leggi e degli ordinamenti costituiti e che ordisce trame e cospirazioni, orchestra guerre, cris e colpi di stato, ordina genocidi, progetta campagne di avvelenamento dei porpri sudditi per renderli più docili e manipolabili. Il vero governo contro cui bisogna prendersela non è quello degli USA, né quello della Russia, né quello italiano o quello cubano, ma questo "governo ombra" che segretamente ordisce le trame che avvelenano il nostro presente e cancellano le nostre speranze in un futuro migliore. Sono questi burattinai (spesso identificabili nei vertici delle oligarchie finanziarie) che hanno fatto massacrare i popoli l'uno contro l'altro nel corso di atroci guerre senza senso, e che adesso per controllarci e schiacciarci sotto il proprio dominio stanno preparando un'altra escalation militare mentre ci avvelena costantemente con le scie chimiche.

    A chi ha aperto gli occhi sulla realtà delle trame occulte che condizionano e dirigono la politica e l’informazione di massa appare quindi ridicola ogni disputa (finta) fra partiti di destra e di sinistra i cui politicanti (soprattutto ai più alti livelli) sono poco più che brillanti attori nel cui copione è stato scritto che devono fingere di farsi la guerra per dare a noi l’illusione che possa esistere una libertà di voto tramite la quale i cittadini possano scegliersi il proprio governo. Sappiamo benissimo per esempio che in Italia il governo di centro sinistra non ha mai attaccato minimamente i privilegi di Berlusconi, non è mai intervenuto a regolare il conflitto d’interessi, ed egli detiene ancora il suo monopolio sull’informazione televisiva. Dopo una campagna elettorale in cui si denunciava pesantemente (a parole) il conflitto d’interessi non c’è stato poi nessun serio provvedimento volto a risolvere il problema.

    Aggiornamenti

    Al dossier si è da tempo aggiunto un altro contributo, un lungo documento in tre parti dal titolo Meteorologi e ministri: le contraddizioni insanabili dei negazionisti delle scie chimiche, che mostra come le persone che si adoperano a negare le scie chimiche non esitano a contraddirsi a vicenda ed a contraddire ciò che succede quotidianamente nel cielo.

    Le informazioni raccolte in questo dossier e nel documento succitato sono state anche disponibili in un documentario in power point scaricabile a partire da questo indirizzo.

    Una sorta di continuazione dell'ultima parte del presente dossier é la lunga dissertazione sulle motivazioni occulte alla base dell'operazione scie chimche (di cui a breve sarà pubblicato il seguito) Un'indagine sulle possibili motivazioni di questa operazione criminale

    Molto importante é anche il documento sulla trasmissione dell'emittente locale Controradio di Firenze che espone altre prove dell'esistenza delle scie chimiche e mostra la fragilità delle argomentazioni di chi si affanna a negarle Scie chimiche a Controradio (dove trovate anche i link per scaricare l'audio della trasmissione).

    Segnalo poi gli articoli:

    Il conteggio dei voli notturni, l'ennesima prova della realtà delle scie chimiche

    Prince, Scie chimiche e censura



      per approfondire le tematiche del dossier consiglio la lettura del documento in pdf sulle confutazione degli argomenti dei negazionisti;

      la prima parte di tale documento la trovate come appendice al dossier
    a questo link in formato html

       e la lettura dell' appendice al dossier

       per ulteriori approfondimenti ed aggiornamenti visita il sito     www.tankerenemy.com



    MOLTO IMPORTANTE

    Come tristemente previsto in questo dossier si è creata una finta pandemia per giustificare una campagna di vaccinazione di massa; il vaccino contenente mercurio e squalene é oltremodo pericoloso per la nostra salute. Informati e condividi le informazioni contenute nel

    Dossier sul vaccino per l'influenza suina




    Dossier a cura di Corrado Penna, fisico, docente
    presso l’Istituto Scolastico Superiore di Sarnico.



  • leggi l' appendice al dossier
    torna indietro all' indice del sito