DOSSIER SULLE SCIE CHIMICHE
Appendice 3: Le menzogne sull'11 settembre

1) - Analisi statistica delle troppe “coincidenze” impossibili nei recenti attentati “terroristici”

È noto a chi lo vuole sapere che l’11 settembre 2001 a New York nei pressi delle torri gemelle era in corso un’esercitazione anti-terrorismo, curiosamente allo stesso giorno e alla stessa ora.
Ed è altrettanto noto che anche quando sono esplose le bombe nella metropolitana di Londra era in corso un’esercitazione anti-terrorismo che prevedeva attacchi terroristici alle stesse stazioni della metropolitana in cui sono scoppiate le bombe, ancora più curiosamente allo stesso giorno e alla stessa ora.

Chiunque ricordi le stragi italiane di Brescia, Bologna, Piazza Fontana e del treno Italicus potrebbe sentire puzza di bruciato lontano un miglio. Ma l’intuito è una cosa, le prove circostanziali sono un’altra. In effetti le prove circostanziali che le versioni ufficiali dei governi inglese e statunitense siano palesemente false ci sarebbero, ma in questa sede vogliamo soffermarci solo sull’aspetto matematico della faccenda, ossia sulla probabilità che simili coincidenze possano verificarsi per puro caso. Quando vedrete i numeri che spuntano fuori dal calcolo forse avrete la voglia di reperire ed analizzare anche le prove circostanziali.

USA, 11 settembre 2001
La probabilità che due eventi accadano allo stesso giorno alla stessa ora è semplicemente 1/365 moltiplicati 1/24. Che accadano lo stesso anno può anche essere abbastanza plausibile ma tale la probabilità è più difficilmente valutabile, dato che in teoria l’esercitazione si fa proprio perché il pericolo del terrorismo è strettamente attuale; tralasceremo quindi tale particolare dando una valutazione per difetto della probabilità che l’evento in questione possa accadere.
Qual è la probabilità che l’evento accada nello stesso posto? Per fare una valutazione prudente, e quindi ancora una volta sottostimata, possiamo pensare che negli USA vi siano 50 obiettivi sensibili: basti solo pensare a tutte le centrali nucleari, che se colpite potrebbero scatenare un pericolosissimo fall-out radioattivo, e ai centri abitati delle più popolose e importanti città, ancora una volta 50 potrebbe essere un numero sottostimato.

Bene, la probabilità che i due eventi (esercitazione anti-terrorismo e strage terroristica) coincidano nello spazio è esattamente 1/50.
La probabilità che si verifichino contemporaneamente tutte queste coincidenze è data dal prodotto delle singole probabilità, 1/365 * 1/24 * 1/50 ossia 1 su 438.000. Diciamo con buona approssimazione (anche tenendo conto di tutti i fattori sottostimati) che la probabilità è di circa uno su mezzo milione!

Ma ci sarebbe di più, perché della decina di telecamere del pentagono (la sede del più potente esercito mondiale!) che sorvegliano la facciata investita l’11 settembre 2001 nessuna ha ripreso il fantomatico aereo. Mettiamo pure che per la direzione dell’aereo solo 4 potevano inquadrarlo per bene, cosa è successo a quelle telecamere? Tutte guaste contemporaneamente? Evento estremamente improbabile dato che un sistema di difesa di un edificio così importante ripara in tempo reale le apparecchiature di sicurezza difettose per cui non si può ipotizzare che esse restino danneggiate per più di due o tre giorni all’anno (e stiamo probabilmente esagerando). Una probabilità quindi massima di 3/365 per ogni telecamera. Vogliamo approssimare per difetto a 3/300 e quindi a 1/100? Bene si tratta di 1/100 moltiplicato per sé stesso 4 volte ossia 1 su 100.000.000. Probabilità di uno su 100 milioni!

E la probabilità che l’aereo direttosi sul pentagono non sia stato intercettato per una serie casuale di errori dei dirigenti e dei funzionari dell’aviazione? Diciamo che è molto bassa ma difficile da stimare, però anche così se moltiplichiamo le due probabilità calcolate prima possiamo affermare che la versione ufficiale sull’11 settembre ha una probabilità di essere vera di circa 1 su 50.000.000.000.000 che si legge 1 su cinquantamila miliardi!

Bene, se credete ancora alle favole, forse potete pensare che le stragi dell’11 settembre siano state realizzate da terroristi islamici. Se invece avete un po’ di fiducia nella matematica potete cominciare a pensare che c’è sotto una pianificazione governativa.

Metropolitana di Londra (7 luglio 2005)

Il calcolo è quasi lo stesso, solo che stavolta le coincidenze sono ancora più eclatanti: le stazioni in cui si è verificata la coincidenza nello spazio dei sue eventi (esercitazione anti-terrorismo e strage terroristica) sono ben 3. Immaginiamo, sempre facendo una sottostima, che siano solo 40 le stazioni più centrali nelle quali dei terroristi volessero colpire, e trascurando il fatto (ulteriore sottostima) che degli attentatori avrebbero potuto anche colpire in un’altra città diversa da Londra, bisogna fare il prodotto di tre differenti probabilità.

La prima è la probabilità che il primo obiettivo dei “terroristi” sia casualmente una delle 4 stazioni in cui c’era l’esercitazione, tale numero è 3/40 in quanto sono 3 le stazioni che porterebbero all’evento “coincidenza” e 40 le stazioni totali.
La seconda è la probabilità che il secondo obiettivo dei “terroristi” sia casualmente una delle altre 2 stazioni cui c’era l’esercitazione, tale numero è 2/39 in quanto la prima stazione la escludiamo essendosi già verificatosi in essa l’evento.
La terza probabilità similmente è di 1/38

Facciamo il calcolo? Bene si tratta di moltiplicare 1/365 * 1/24 * 3/40 * 2/39 *1/38 ottenendo 1 su 86.548.800. Diciamo con buona approssimazione (anche tenendo conto di tutti i fattori sottostimati) che la probabilità è di circa uno cento milioni!

Bene, se credete ancora a babbo natale, forse potete pensare che le stragi alla metropolitana di Londra siano state realizzate da terroristi islamici. Se invece avete un po’ di fiducia nella matematica potete cominciare a pensare che c’è sotto una pianificazione governativa.

Lettura consigliata per approfondire l'argomento: W.G. Tarpley La fabbrica del terrore
Sito consigliato per approfondimenti: la sezione 11 settembre di indicius.it.



2) - 11 settembre inganno globale, il film di Massimo Mazzucco

Parte 1


Parte 2


Parte 3


Parte 4


Parte 5


Parte 6


Parte 7


Parte 8


Parte 9


Parte 10



vai alla pagina successiva
(altra appendice)
torna indietro all' indice del sito